Polpettine nostrane di maremmana

Beh, che dire, ci sono ricette intramontabili. Ricette che evocano sapori lontani, perduti, dispersi. A volte quando assapori qualcosa di buono, di così semplicemente buono, ti sembra di tornare indietro nel tempo.

Secondo alcune filosofie buddiste, sembrerebbe addirittura che alcuni gusti, odori, sapori, sono incisi da qualche parte nel nostro spirito. Al punto che queste emozioni, passano, di vita in vita.

Certo i buddisti con l’uso e consumo della carne, avrebbero tutt’altro da dire. Ma a noi basta questo pensiero, per poi virare, molto meno filosoficamente, verso i sapori della cucina casereccia. Quella delle nonne, quelle vere, che cucinavano per ore e ore davanti ai fornelli, alla ricerca della cottura perfetta. Quella che quando è pronto, trova già tutti seduti a tavola.

Ebbene, tra le mille ricette che vengono alla mente, tra queste di sicuro si trovano anche le polpette al sugo. Una ricetta classica. Ma che a volte fa proprio bene al cuore e al palato mangiare.

E così stasera,

mentre mi accingo a prepararle, ho pensato di condividere con voi questo momento, nonché questa ricetta.

Spero troviate il tempo di leggerla e magari commentarla. Lasciando il vostro ricordo delle vostre polpette del passato, e magari citando qualche ingrediente segreto!!!

 

Le mie sono fatte così:

  • 500 gr di macinato di bovino adulto;
  • 2 uova intere
  • 40 gr di parmiggiano
  • 50 gr di pangrattato o (meglio ancora) mollica di pane lasciata ammorbidire nel latte
  • un pizzico di aglio in polvere
  • un pizzico di pepe
  • sale q.b.

Assemblo il tutto in un contenitore molto capiente. Dopodiché inizio a impastare tutto con le mani. Una volta uniti tutti gli ingredienti inumidisco le mani e inizio a comporre le polpette, dando loro una forma non superiore a quella di una pallina da golf.

Nel frattempo mi preparo il sugo con:

  • 1 litro di passata di pomodoro
  • Olio extravergine di Oliva
  • 1/2 cipolla
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • sale & pepe q.b.

Preparo il soffritto, mettendo l’olio a scaldare, poi metto la cipolla a fettine sottili, la carota a rondelle e il sedano intero. Una volta soffritto aggiungo la passata e aggiusto di sale e pepe. Non appena il sugo giunge a ebollizione, inizio a inserire le polpette nel sugo adagiandole pian piano sul fondo della pentola. (Consiglio di utilizzare un mestolo per questa operazione, per non rischiare di ridurre la cucina a un quadro di Pollok!)

La cottura delle polpette è di circa 30 minuti. Ogni tanto consiglio di muoverle un po’ per non rischiare che si attacchino sul fondo.

E’ TUTTO!!!

Spero vi piacciano e soprattutto spero vi aiutino a trasportarvi la dove la vostra memoria ha voglia di tornare.

Vi saluto e alla prossima,

Liliana.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo mese:

Prenotazione on-line

Per sapere le prossime date di consegna della carne SCRIVICI a agricolasantella@hotmail.it e ti invieremo tutte le informazioni! Grazie! Ignora